Le tendenze del 2016 per arredare il bagno di casa

 

Dopo aver visto come arredare al meglio il giardino e il terrazzo di casa vediamo due diversi tipi di tendenza che riguardano l’arredamento del bagno: shabby chic e minimal.

Una delle sfide più difficili ma anche più belle è sicuramente trovare l’arredamento per il bagno che, se ben studiato ed accogliente, è fondamentale, soprattutto se non stiamo parlando di un en suite ma di una stanza alla quale hanno accesso anche gli ospiti.

Un bagno shabby chic

Pbagno shabby chicer il 2016 la massima tendenza nell’arredamento per il bagno è senza dubbio lo stile shabby chic. Per chi è appassionato di moda e arredamento, quest’espressione rappresenta un po’ il must degli ultimi due o tre anni. In realtà, lo stile shabby chic è molto delicato ma preciso, non lascia nulla al caso e va contestualizzato in modo adeguato.

In un bagno romantico e in questo stile, le pareti dovrebbero essere intonacate con colori chiari, in questo caso la pittura è preferibile alle mattonelle e alle maioliche che di solito si trovano nei bagni.

Consigliamo un lavandino tondeggiante o ovale, con una rubinetteria sui toni dell’ottone o del bronzo; assolutamente bocciato il miscelatore, sia per lavandino che per gli altri sanitari: le manopole dell’acqua calda e fredda, vanno tenute rigorosamente distinte, come nei lavandini in stile retrò.

La vasca, preferibile alla doccia, deve essere semplice, meglio ancora se a tronco di piramide e in porcellana. Da evitare il bianco cangiante per i sanitari, che devono avere toni di bianco opaco per un effetto anticato.

Anche i mobili di un bagno in stile shabby chic hanno delle caratteristiche precise: le linee devono essere morbide e voluttuose, e il materiale di fattura in legno molto chiaro, meglio se decapato per mettere in evidenza le venature naturali. Lo specchio deve avere una cornice morbida e una forma romboidale, un po’ principesca, meglio se in legno, creando un perfetto connubio con il resto dell’arredamento. Cornici in ferro battuto, con arabeschi, sono un’ottima soluzione, mentre da evitare sono quelle in oro che potrebbero appesantire l’ambiente.

La biancheria da bagno consigliata è invece nei toni del giallo ocra, fino all’arancio, al rosso, al rosa, al viola o al verde, in diverse tonalità; da evitare asciugamani ricamati e troppo pomposi.

Spazi piccoli e bagni minimal

bagno minimal orsoliniVediamo adesso un tipo di arredamento completamente diverso ma ugualmente di tendenza dallo stile minimal, ideale per un bagno piccolo e moderno: ad esempio per un en suite lungo e stretto, non finestrato.

Un box doccia su misura sarà il punto di forza del vostro bagno e andrà posizionato in uno dei quattro angoli del locale, meglio se in fondo. Un vetro arrotondato per la doccia è utile in questo caso per occupare meno spazio e dare ampiezza al locale.

I sanitari devono essere in porcellana bianca, netta e definita, meglio se squadrati, per creare un contrasto con la forma del box doccia. Mobili ricchi di pensili, in perfetto stile minimal, nei toni del grigio fumo di Londra o stone grey, donano un aspetto razionale e ordinato, permettendo di guadagnare spazio.

In un bagno dallo stile minimal il miscelatore dell’acqua è la soluzione più utile e funzionale e i dettagli dei sanitari, doccia compresa, devono essere in acciaio cromato. Una luce calda e intensa dà vivacità all’ambiente, mentre biancheria con toni di colore acceso dona un tocco di stile al locale.

Lascia un commento