Cucine open space, come sfruttarle al meglio

 

Le cucine open space, o cucine a vista, sono un vero e proprio must have delle case moderne, soprattutto se arredate in stile minimal, moderno e funzionale.

Le caratteristiche di una cucina open space

La cucina openspace si caratterizza per un unico spazio dalle dimensioni più o meno estese e solitamente presenta pianta quadrangolare, con una zona adibita a cucina e un grande tavolo per mangiare dalla parte opposta della stanza, dove sono sovente presenti anche divani o poltrone.

Questo significa, per lo più, che la zona cottura è a vista e solitamente posizionata su di una sola parete, per questo occorre sfruttare al meglio tutti gli spazi creando un ambiente funzionale e allo stesso tempo bello.

Cucina openspace

Open space a pianta irregolare

Se il vostro openspace è caratterizzato da una pianta irregolare e la cucina si affaccia sulla zona pranzo o sulla zona giorno, la giusta idea può essere quella di dedicare la parte più nascosta del locale a tutto il mobilio della cucina componibile.

Nella parte di raccordo tra la zona pranzo e la zona giorno potrete poi collocare un bancone, che segua sempre il senso della cucina, sfruttabile come piano di lavoro per non dare le spalle ai commensali, nemmeno durante la fase di preparazione del pranzo e ideale per colazioni, pranzi e cene informali.

Cucina con isolaCucina con isola

Un’altra idea di tendenza per sfruttare al meglio un ambiente openspace è dotarsi di una cucina con isola. Questo complemento d’arredo è completamente autonomo rispetto al resto della cucina, solitamente presenta forma rettangolare, e viene posto difronte alla parete cottura.

La scelta dell’isola da cucina in un ambiente open space presenta numerosi vantaggi: da un punto di vista visivo, infatti, questa soluzione crea continuità con il resto della stanza e di fatto consente un notevole risparmio di spazio, sfruttabile anche per riporre pentolame e utensili, se dotata di cassetti.

Un’ulteriore soluzione potrebbe essere quella di porre i fuochi direttamente sull’isola, ma in questo caso occorrerebbe dotarsi di un’apposita cappa per evitare che l’odore del cibo si diffonda nel resto del locale.

Cucina spazi ridotti

Open space a pianta quadrata

Se il vostro open space è a pianta quadrata e presenta dimensioni ridotte, la soluzione migliore è quella di adibire una parete a tutto il mobilio da cucina, con particolare attenzione a non scegliere un frigorifero troppo grande e poco adatto ad ambienti di dimensioni contenute. La scelta di pensili dai colori delicati, dove riporre tutte le stoviglie, dona inoltre luminosità e senso di ordine al locale.

Anche la scelta del tavolo da pranzo va fatta con cura. Solitamente, se posto di fronte alla parete cottura, il tavolo dovrebbe essere di forma rotonda, perché essendo privo di angoli occupa meno spazio, e accompagnato da sedie comode ma non ingombranti.

Lascia un commento