100 milioni per rilanciare i mutui

 

Finanziamento per il fondo prima casa

Cento milioni di euro. Il Fondo Mutui Prima Casa sarà rifinanziato con altri 100 milioni di euro. È quanto ha comunicato l’attuale Governo. Nonostante la dotazione sia stata dimezzata (la previsione iniziale dell’Esecutivo era infatti di 200 milioni di euro), rimane così accessibile lo strumento per favorire l’accesso al credito per coloro che non avendo una sicurezza a livello professionale (lavoro precario o a tempo determinato) o vivendo in particolari situazioni non potrebbero stipulare mutui o richiedere un credito facilmente.

Si tratta quindi di un provvedimento per tutto il 2019 molto importante a tutela soprattutto dei giovani desiderosi di comprare casa.
Secondo dati pubblicati di recente sono stati infatti ben 137mila le domande arrivate a marzo 2019 a Consap, l’ente che gestisce il Fondo Mutui Prima Casa: una media di 250 richieste circa al giorno (in aumento rispetto al 2018), in gran parte arrivate da giovani. Il tutto per un totale di 89mila mutui erogati a favore di chi non avrebbe potuto avere accesso al credito. A rifinanziare il Fondo Mutui Prima Casa è stato il Decreto Crescita, nella versione approvata dal Consiglio dei Ministri, all’articolo 20. Ora, con le nuove risorse messe in campo, Consap ha fatto sapere che si potranno erogare garanzie per tutto il 2019 e in parte per il 2020.

Come funziona il fondo garanzia prima casa?

La funzionalità del Fondo non è cambiata. Tutti possono accedervi, ma la priorità per l’accesso al mutuo sarà data per le seguenti categorie:

  • giovani coppie;
  • nuclei familiari monogenitoriali con figli minori;
  • giovani titolari di un rapporto di lavoro atipico;
  • affittuari di alloggi di proprietà degli enti di edilizia residenziale pubblica.

L’importo richiesto di mutuo non deve superare i 250mila euro. Lo Stato garantisce sino al 50% di garanzia sulla quota capitale di mutuo, viene applicato un tasso di interesse calmierato: un tasso effettivo globale, che non sia superiore al tasso effettivo globale medio reso noto trimestralmente dal Ministero dell’Economia.

Un’agevolazione importante, che ha permesso a molte famiglie di accedere così a un mutuo per acquisto prima casa, garantendo una crescita in questo modo per il mercato del credito ma anche per il mercato immobiliare.

Più Mutui Casa S.p.a. iscritta, ai sensi dell’Art. 128 sexies del D.lgs. N.385/93, in data 01/04/2013 con il N. M65 nell’elenco dei Mediatori Creditizi tenuto dall’Organismo di cui all’Art. 128 undecies del D.lgs. N.385/93 Partita Iva, Codice Fiscale e numero di iscrizione al Registro Imprese di Monza e Brianza: 03287960961 – Capitale Sociale: € 184.500,00 i.v. Tel: 02/91.08.41.60 – Fax: 02/61.42.04.34 – e-mail: info@piumutuicasa.it.Assistenza Clienti: Per informazioni o reclami contattare il numero verde 800974028 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica customercare@piumutuicasa.it Le informazioni relative all’iscrizione nell’elenco dei Mediatori Creditizi della società Più Mutui Casa e dei Collaboratori di cui la stessa si avvale per il contatto con il pubblico sono reperibili al seguente indirizzo: https://www.organismo-am.it/elenco-mediatori-creditizi, N° iscrizione M65.

Lascia un commento



*

code