Firma elettronica: l’Agenzia delle Entrate fuga definitivamente ogni dubbio

|
Agenzie Entrate - FEA
Agenzie Entrate - FEA

L’Agenzia delle Entrate conferma: la firma elettronica avanzata (FEA) è valida per la registrazione delle scritture private.
La notizia è arrivata con la Risoluzione n. 23/E dell’8 aprile 2021, che ha definitivamente fugato ogni dubbio in merito. Più nello specifico, è sempre possibile firmare con FEA e sottoporre a registrazione:

  • contratti di locazione;
  • contratti preliminari di compravendita;
  • proposte di acquisto di beni immobili;
  • scritture private in genere.

Insomma, tutti quegli accordi che, aventi ad oggetto beni immobili, non implicano il trasferimento di proprietà dei beni immobili stessi.

Attenzione, però. Quanto hai appena letto è valido solo per le FEA dotate dei requisiti richiesti dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), ossia sicurezza, integrità, immodificabilità e riconducibilità del documento all’autore. Requisiti che sono tutti rispettati dalla firma digitale avanzata utilizzata da tutte le agenzie Tempocasa.

Testo alla mano, infatti, nella Risoluzione si legge che «il documento informatico soddisfa il requisito della forma scritta e ha l’efficacia prevista dall’articolo 2702 del codice civile quando vi è apposta una firma digitale, altro tipo di firma elettronica qualificata o una firma elettronica avanzata o, comunque, è formato, previa identificazione informatica del suo autore, attraverso un processo avente i requisiti fissati dall’AgID ai sensi dell’articolo 71 con modalità tali da garantire la sicurezza, integrità e immodificabilità del documento e, in maniera manifesta e inequivoca, la sua riconducibilità all’autore».

Perché un documento sia valido, e nello specifico parliamo del contratto preliminare di compravendita, l’articolo 1351 del codice civile dice che la forma in cui viene redatto il contratto deve essere la stessa sia che si scelga la firma “in presenza”, sia che si opti per quella digitale, pena la nullità dello stesso.
C’è da aggiungere poi che per quanto riguarda gli aspetti tributari, la registrazione di tutte le scritture firmate con FEA prevede sempre il versamento della relativa imposta secondo le regole generali della normativa.

Tutte premure che la rete Tempocasa garantisce ai clienti che decidono di affidarsi ai nostri consulenti. Insomma, chi ci sceglie può stare davvero tranquillo.