Agenzie Tempocasa in Lussemburgo

 

Così piccolo, così bello:
Il Lussemburgo,
tanto piccolo da adattarsi difficilmente alla maggior parte delle mappe Europee (82 km di lunghezza per 57 di larghezza), questo “mini” stato, con la sua capitale, ci accoglie come un luogo incantato.

La sua storia è stata tumultuosa, intrisa di conti e dinastie, guerre e vittorie, fortezze e promontori e il suo panorama naturale è ancora oggi molto suggestivo: nelle aperte e fervili vallate si notano vigneti coltivati a terrazza, allineato in colline con antichi castelli medievali in cima e i grattacieli dei quartieri moderni della capitale in lontananza. Non c’è da stupirsi se, con un paesaggio del genere, Lussemburgo viene spesso definita come “la capitale delle favole”.
Forse nessun’altra città in Europa come lei s’identifica così tanto con la sua nazione, di cui ne porta, orgogliosa, il nome. La sua storia arriva a un presente che incuriosisce e sorprende: per secoli il Paese è stato al centro di importanti questioni europee, la capitale – tra stupendi castelli e scorci panoramici – palpita di istituzioni europee e di banche ghiotte per il mondo finanziario internazionale. E, non ultimi, i suoi abitanti sono tra i più ricchi residenti d’Europa. Eppure, sono veramente poche le cose che si conoscono di questoterritorio e della sua città.

“Vogliamo rimanere ciò che siamo”: è questo il motto di una nazione di poco più di mezzo milione di abitanti, uffcialmente conosciuta come Granducato di Lussemburgo, l’unico Ducato ancora esistente al mondo. Con radici che risalgono al decimo secolo, la storia del Lussemburgo è strettamente intrecciata con quella dei vicini più potenti, soprattutto i tedeschi. I suoi abitanti sono trilingue – le lingue parlate sono francese, tedesco e lussemburghese (un dialetto di origine tedesca) – e la cultura dell’intero territorio è oggi una fusione d’Europa romanza ed Europa tedesca. La capitale, Città di Lussemburgo (a cui spesso ci si riferisce semplicemente come Lussemburgo), è una località dalle tipiche scenografie medievali, ma anche dalla grande atmosfera internazionale, e questo grazie alla presenza di varie organizzazioni internazionali come l’Unione Europea.
La Città di Lussemburgo è posizionata su uno sperone roccioso delle valli con gue dei fiumi Pétrusse e Alzette. La posizione naturale ne ha favorito lo sviluppo storico, fino a diventare una delle più grandi città-fortezza dell’Europa nord-occidentale. Il castello di Lussemburgo venne costruito durante il periodo medievale e fu proprio da questa importante fortificazione che la città si espanse nei secoli. Oggi la popolazione residente non raggiunge i 100.000 abitanti ma i visitatori, occasionali o meno, sono sempre più numerosi. Non si registra solo il via vai dei lavoratori della Commissione Europea o della Corte di Giustozia Europea, ma anche un numero crescente di turisti che scelgono la città, nominata dall’Unesco patrimonio dell’umanità nel 1994, come una meta di sicura attrazione culturale e paesaggistica.

Lussemburgo è un luogo che non lascia indifferenti, uno di quelli da ricordare a lungo. Nel 2007 è stata proclamata capitale della cultura in Europa e sono sempre più numerosi i musei, i centri multifunzionali, i teatri e le librerie inaugurate ogni anno. Nel complesso si compone di 24 distretti amministrativi, ma sono in particolare quattro i quartieri d’interesse turistico: la Ville Haute (la città alta), il cuore medievale di Lussemburgo; la Ville Basse (la città bassa), la parte più pittoresca e caratteristica situata nella gola naturale che taglia in due la città; la Gare, la zona della stazione ferroviaria ricchissima di ristoranti e caffetterie; la Kirchberg, la zona moderna che ospita, tra l’altro, gli edifici dell’Unione Europea. Il miglior modo per esplorare questa realtà è camminare o usare la bici o l’autobus. Iniziate dalla rete ordinata di strade acciottolate che compongono il centro storico pedonale (quelle intorno al Palazzo granducale sono particolarmente attraenti) e arrivate fino al “Chemin de la Corniche“, spesso descritto come il “balcone più bello d’Europa”, per scoprire un paesaggio d’incredibile bellezza.

La Città di Lussemburgo è una piccola, giovane “madame” d’altri tempi. Sembra appena uscita da un libro di favole, con le sue architetture barocche e i giardini lussureggianti, i negoziett e gli atelier di gran moda (alla Louis Vuitton e Cartier), i panifici in stile francese e le gallerie d’arte. I ristoranti poi sono incredibili e mangiare lì diventerà una delle vostre attività preferite: si pensi che, pro-capite, la capitale ospita più ristoranti premiati con stelle Michelin che altrove. Il Granducato è inoltre ricco di festività ed eventi. Da Lussemburgo raggiungere i dintorni e il resto della nazione è facile: verso nord i monti delle Ardenne avvolgono graziosi villaggi in stile Hansel e Gretel (uno tra tutti Vianden); più a sud l’area nota come “piccola Svizzera”, il Mullerthal, si apprezza per la natura selvaggia di rocce e gole, cascate e foreste.

Nel 2013, Stefano Somma e Pascal Marchese aprono la prima filiale in lussemburgo, come punto di riferimento iniziale anche per Belgio, Paesi Bassi e Francia.
Grazie all’organizzazione Tempocasa e al duro lavoro dei due manager, questo progetto registra uno sviluppo molto rapido e si forma quella che oggi è una vera e propria rete lussemburghese di uffici Tempocasa, con undici punti vendita presenti nell’area.

Nel 2017 si scrive una nuova pagina: il lancio della prima agenzia a Bruxelles con l’obiettivo di sviluppare il mercato belga, mentre, in seconda fase, è prevista l’apertura di due filiali in Francia.

Lascia un commento