Alle Canarie con l’ufficio vista oceano

 

Il sole che ti scalda da mattina a sera, panorami mozzafiato a incorniciare le giornate, lunghe lingue di sabbia come marciapiedi naturali e un ufficio con vista sull’Oceano Atlantico.

Chi non sognerebbe di vivere, e lavorare, in un posto incantato? Per farlo non bisogna andare dall’altra parte del mondo: basta salire su un aereo destinazione Isole Canarie. L’arcipelago spagnolo, al largo della costa nord-occidentale dell’Africa, è un paradiso a una manciata di ore di volo da qui. Perché parlarne sulle pagine di Tempo ve lo spieghiamo subito: tra gli obiettivi di Tempocasa non c’è solo la conquista dell’Italia. No, la rete vuole continuare a piantare decine di bandierine bianco- verdi anche all’estero. Così oggi siamo pronti a fare un passo in più: sbarcare alle Canarie. La scelta della meta non è casuale: il mercato immobiliare dell’area è in forte ripresa, in particolare da sei mesi a questa parte, e le opportunità si stanno moltiplicando.

Tra titolari e consulenti del Gruppo gli interessati ci sono già. Per ora i nomi rimangono top secret, in attesa di siglare il progetto e fare davvero le valigie. Ma i giochi non sono chiusi, al contrario. Perciò se tra i lettori del blog c’è qualcuno che ha voglia di trasferirsi si faccia avanti! Nel frattempo noi vi accompagniamo alla scoperta dell’arcipelago per provare a raccontarvi in poche righe la sua strabiliante bellezza.

Le sette meraviglie

Tutte di origine vulcanica, le isole delle Canarie non faticano a essere soprannominate le sette meraviglie.
Tenerife, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera ed El Hierro regalano a migliaia di turisti paesaggi incredibili, scaldati da un invidiabile clima mite dodici mesi all’anno. A incantare sono più di cinquecento spiagge, dalla sabbia bianca fino a quella nera, i golfi e le baie dal mare cristallino, ma non solo. All’appello non mancano quattro parchi nazionali, sei riserve della Biosfera, siti geologici e un patrimonio inestimabile da ogni punto di vista. Di possibilità, per chi le visita, ce ne sono a bizzeffe: angoli di relax tra piscine naturali, boschi, sentieri incantati, vulcani e dune di sabbia, palcoscenici verdi estremi per escursioni, arrampicate, gite in bici o surf, centri storici e culturali, città con negozi, cinema, movida, ristoranti e infine spic- chi di acqua blu dove avvistare i più grandi cetacei in libertà.

In termini di estensione vince Tenerife, l’isola più grande, dominata dal vulcano Teide e dal famoso Osservatorio astronomico. Per le strade fanno capolino, tra le attrazioni, il villaggio di pescatori di Los Cristianos e Tegueste, con il centro storico dichiarato Bene di interesse culturale e la vicina, e quasi infinita, distesa di vigneti.

Facendo un salto a Gran Canaria c’è da sbizzarrirsi: a disposizione avrete quasi sessanta chilometri di spiaggia alternati a oasi e angoli di deserto, sapientemente mixati per esempio nella località di Maspalomas. Più a sud potrete varcare i cancelli di Palmitos Park, coloratissimo parco zoologico, mentre nella capitale Las Palmas de Gran Canaria vi rifarete gli occhi visitando la cattedrale, la casa de Colòn e il Museo Canario.

Non dimenticatevi di salpare poi per Fuerteventura. Dichiarata riserva della Biosfera, è celebre per gli amanti del surf e pure per Antigua, con i tradizionali mulini a vento. Infine, se non siete ancora convinti di levare le ancore, sbirciate qualche foto di Lanza- rote e dei suoi campi di lava.
Cosa aspettate? Preparate i bagagli e partite subito!

1 Commento - Alle Canarie con l’ufficio vista oceano

  • IVAN 19 June, 2018 Rispondi

    ottimo articolo!!! Molto utile.

Lascia un commento