Collaboratori Tempocasa: cosa facevano prima di entrare in azienda?

|
background consulenti biancoverdi

Che lavoro vuoi fare da grande? Quante volte, da bambini, ci hanno fatto questa domanda. E quanti di noi possono dire di essere riusciti a realizzare i loro sogni? Certo, alcuni l’hanno fatto. Altri, invece, hanno cambiato idea strada facendo e intrapreso altri percorsi. Altri ancora, pur avendo assecondato le loro ambizioni, alla fine si sono dovuti reinventare. C’è chi è soddisfatto della decisione presa e chi invece, purtroppo, non lo è. E, ancora, chi pur essendo felice del proprio percorso, è stato costretto a cambiare lavoro.

In qualsiasi caso optare per una strada, scartandone un’altra, richiede forza e determinazione. Senza contare che, lasciare il proprio lavoro, può voler dire abbandonare la via più facile, perdere una certa stabilità acquisita e una routine consolidata. Oltre al dover dire addio a colleghi con cui – magari – si era in sintonia, lavorativa e non.
Certo è che i benefici nell’intraprendere una carriera nuova sono tanti. Alcuni su tutti? Avere nuovi stimoli, creare nuove esperienze, ottenere nuove consapevolezze e infine nuove opportunità di crescita, sia a livello professionale che personale.

Se guardiamo alla nostra rete, ad esempio, sono molte le persone che si sono reinventate e sono approdate nel Gruppo dopo esperienze differenti. Lo conferma una recente ricerca del Dipartimento risorse umane, strutturata per capire il background dei consulenti biancoverdi. Dai dati raccolti è emerso che il il 13,3% del campione intervistato proviene dal mondo HORECA (hotel, bar, ristoranti, locali), un altrettanto buon 9,9% dal comparto vendita e retail e il 4% viene dal mondo dell’intrattenimento.
Per il 20,6% degli intervistati, Tempocasa è stata la prima esperienza lavorativa. Un dato, questo, che è testimone dello spirito dell’azienda che, da sempre, punta sui giovani e che è stata in grado di costruire, negli anni, un ambiente dinamico con una visione strategica e di impatto.
Rispetto al “cosa sognavi di fare da bambino”, è emerso che il 16,3% della nostra rete ha sempre voluto fare l’agente immobiliare. Mentre il rimanente 83,7% invece si è avvicinato al mondo del Real estate in maniera diversa e per motivi differenti.

«Cambiare lavoro è una scelta coraggiosa, quando si tratta di una decisione presa con consapevolezza – commenta Francesca Ravasi, Hr manager del Gruppo – Dal canto nostro, posso affermare che Gruppo Tempocasa offre concrete possibilità di crescita. In davvero poco tempo si ha la possibilità di scalare la piramide aziendale e assumere rilevanza non solo nel micro mondo dell’ufficio, ma anche a livello “corporate”. Quello che facciamo è fornire ai nostri collaboratori un know how che si rinnova costantemente, oltre a un livello di formazione e innovazione che sul mercato immobiliare difficilmente ha eguali. Mi piace pensare che l’indagine che abbiamo condotto possa essere d’aiuto a chi si trova nella condizione di dovere o volere cambiare lavoro. È bello sapere che anche chi faceva il barista o lavorava come commessa ha trovato nella nostra azienda terreno fertile per le sue ambizioni. Questa consapevolezza potrebbe infatti indirizzare, chi desidera dare una svolta alla sua vita, verso un percorso che prima non aveva magari mai considerato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *