Bonus casa: agevolazioni fiscali prorogate anche nel 2021

|
agevolazioni fiscali casa 2021

Stai pensando di rinnovare o ristrutturare da cima a fondo casa? Be’, il 2021 è l’anno giusto per te. Il perché è piuttosto semplice: la Legge di Bilancio 2021 ha prorogato tutte le agevolazioni fiscali dello scorso anno.

Ma vediamo più da vicino di cosa si tratta grazie al consulente fiscale Antonino Vacirca, che da anni collabora con gli agenti immobiliari Tempocasa nell’attività quotidiana di intermediazione.

Ti confermiamo subito quello che abbiamo scritto poco fa: il Governo ha tenuto in vita un pacchetto di agevolazioni già esistenti, protraendone la validità per l’intero corso del 2021. «Il primo “sconto” ancora in vigore è il cosiddetto Bonus ristrutturazioni o Bonus casa. In sintesi si tratta della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio. Nota bene: rientrano in questa casistica anche gli acquisti di fabbricati a uso abitativo ristrutturati, quando gli interventi riguardano l’intero edificio», spiega Vacirca.

Al Bonus casa si aggiungono altri quattro provvedimenti: l’Ecobonus, il Bonus verde, il Sisma bonus e il Bonus facciate. «Per l’immobile oggetto di interventi il primo bonus prevede una detrazione al 50% per la sostituzione di infissi, l’acquisto e l’installazione di schermature solari e di caldaie a biomassa. La percentuale sale fino al 65% per altri interventi di riqualificazione energetica, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi, ma anche interventi relativi agli scaldacqua e all’acquisto e all’installazione di impianti di domotica. Si sale, infine, fino al 70-75% per interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali», aggiunge. Il Bonus verde, invece, permette di ottenere una detrazione Irpef del 36% – fino a un tetto massimo di 5.000 euro – per coloro che sostengono spese per le opere di sistemazione a verde e coperture a verde.

Quanto vale la tua casa

In terza battuta, è stato prorogato anche il Sisma bonus: «Si tratta della detrazione fiscale per interventi sulle misure antisismiche, che prevede uno sconto del 50% calcolato su un ammontare complessivo di 96.000 euro, da ripartire in cinque quote annuali di pari importo. Per ultimo ritorna poi il Bonus facciate: con questa misura si può ottenere una detrazione con aliquota del 90% per le spese sostenute per il rifacimento delle facciate degli edifici. L’incentivo include anche interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna», specifica.

Per il 2021, come già specificato nell’ultimo Decreto Rilancio, è stato riconfermato persino il famoso Superbonus 110%. La misura sarà in vigore fino al 31 dicembre 2022 e concederà la detrazione al 110% su grandi interventi. Nello specifico, si parla di spese sostenute per l’isolamento termico, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e la riduzione del rischio sismico. Gli interventi possono riguardare condomini o abitazioni singole e la detrazione è da ripartire in cinque quote annuali.

A questo lungo elenco si aggiunge, in ultima istanza, la vera novità 2021: il Bonus idrico. Una misura che prevede un incentivo di 1.000 euro per le famiglie e 5.000 per i pubblici esercizi che sostituiranno rubinetti, soffioni doccia e sanitari per il risparmio dell’acqua. Attenzione però. Questo bonus può essere richiesto fino all’esaurimento del fondo istituito di 20 milioni di euro.

E non finisce qui. Infatti, la manovra finanziaria voluta dal Governo ha innalzato a 16.000 euro il tetto per il Bonus mobili. Questo significa che si potrà ottenere una detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili o grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, ma solo se saranno svolti lavori di ristrutturazione.

 


Antonino Vacirca - consulente fiscale

Intervista a:

Antonino Vacirca
Consulente fiscale dello studio Vacirca 
Da anni collabora con la rete Tempocasa, affiancando gli agenti nell’attività di intermediazione immobiliare.
È anche il volto della rubrica mensile dedicata a tasse e agevolazioni fiscali.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *