Homeland: l’alternativa casalinga ai centri estivi

|
centro estivo figli estate 2020

Nei mesi scorsi abbiamo imparato che la casa non è solo casa. All’occorrenza può trasformarsi in ufficio, aula scolastica, cinema, libreria e addirittura palestra. Insomma, le care vecchie mura domestiche, di fronte all’emergenza sanitaria, hanno saputo reinventarsi giorno dopo giorno. Diventando, di volta in volta, in tutto quello di cui abbiamo avuto bisogno. Ecco, questo trend proseguirà anche durante l’estate. Quando la casa potrà trasformarsi in un vero e proprio centro estivo, a misura dei tuoi figli.
Se non sai come fare, non preoccuparti: è facile. Anzi, semplicissimo! Basta un po’ di inventiva, tanta voglia di fare e qualche piccola semplice regola, mixati a fantasia e riorganizzazione degli spazi. I tuoi bambini avranno l’opportunità di esplorare e vivere a pieno l’ambiente in cui vivono, divertendosi e rimanendo in totale sicurezza.

Come organizzare gli spazi?

Ovvio, sarebbe molto più semplice se tutte le case fossero dotate di un giardino. Per chi non avesse questa fortuna, nessun timore: ci si può spostare all’interno e trasformare un ambiente in una piccola biblioteca, utilizzando poltrone e cuscini come le più classiche delle sedute. Non solo, perché puoi adottare le vere regole di una qualsiasi biblioteca: dalla richiesta di un particolare libro in prestito al rispetto del silenzio nei confronti degli altri.

Se invece in famiglia avete la passione per pentole e fornelli, la cucina diventa in fretta una scuola per imparare a preparare rinfrescanti ghiaccioli da gustare a merenda. E, per rimanere in tema, perché non improvvisare un pic-nic sul balcone? Basta recuperare un plaid, scegliere una giornata non troppo calda e organizzare una colazione o pranzo al sacco.

È pur vero che i bambini hanno bisogno di muoversi. Così, in mancanza di un giardino dove poter correre, ci si può spostare nel vecchio e caro cortile. Recupera un gessetto, un sasso e disegna sette caselle per terra: ecco il classicissimo ed eterno gioco della campana. Aiuterà i tuoi figli a migliorare l’equilibrio e li farà di sicuro divertire, magari coinvolgendo i bambini che abitano nello stesso condominio. Per continuare a tenersi allenati, il soggiorno è una valida alternativa: qui si possono allestire classi di danza oppure un mini centro sportivo.
Se invece hai la fortuna di avere un giardino (o un balcone), sfruttalo per dedicarti insieme ai piccoli alla creazione di un piccolo orto o di una serra formato mignon. Può essere un’occasione per passare un po’ di tempo all’aperto, imparando a conoscere la natura.

Infine, la cameretta – oltre a essere il luogo per eccellenza deputato ai compiti e del gioco – può avere una seconda vita come museo a portata di click: comodamente seduti, con i bambini potrai visitare online, grazie a un tour guidato, i musei più famosi al mondo.
In ogni caso, ricordati che è fondamentale scandire bene i tempi della giornata tra riposo, compiti delle vacanze, giochi (all’aperto e non) e pasti. Per farlo realizza un calendario da appendere, con il programma delle attività e le stanze in cui verranno svolte. Alla fine sembrerà di essere in un vero e proprio centro estivo homemade!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *