Christian Di Lernia: primo consulente d’Italia del Gruppo Tempocasa

 

Nella sua vita è stato ingegnere edile, certificatore energetico e addirittura mazziere in una sala da poker prima di trovare la vera vocazione: quella dell’agente immobiliare. Sì, perché per il 35enne Christian Di Lernia indossare abito blu e cravatta Tempocasa è stata davvero una vocazione.

E quale coronamento migliore del suo percorso poteva esserci se non alzare al cielo la targa del consulente biancoverde più forte di tutta Italia?

È esattamente quello che è successo all’edizione 2018 della nostra Convention, dove il diamante dell’ufficio di Binasco ha stravinto, piazzandosi davanti a centinaia e centinaia di colleghi. Per arrivare su quel podio di fatica ne ha fatta molta a partire dal 2013, la data d’ingresso ufficiale in azienda. “Mi sono laureato in ingegneria edile e per quattro anni ho fatto la spola tra cantieri e ufficio finché non mi sono licenziato: non avevo stimoli, mi stavo spegnendo. Mi sono messo a cercare un altro impiego, non trovavo nulla che rispondesse alle mie idee. Mi sono arrangiato con qualche lavoro, tra cui il mazziere in una sala da poker, però cominciavo a essere in difficoltà”, racconta.

A cavallo tra il 2012 e il 2013 ha bussato per la prima volta alla porta di Binasco: “Conoscevo già il titolare Stefano Stefanelli, il responsabile Ludwig Zambonin e Riccardo Cavallotti.

In quel periodo mi occupavo di certificazioni energetiche e pratiche edilizie e con l’agenzia è nata una collaborazione”, prosegue. Il passo successivo è stato breve: Christian, un giorno dopo l’altro, si è affezionato all’ambiente. Gli piacevano l’entusiasmo dei consulenti, la felicità di condividere i risultati ottenuti e l’idea di stravolgere ancora una volta i piani che si era prefissato. “Mi sono detto che sarei potuto diventare agente. Ne ho parlato con Stefano e in primavera mi sono lanciato.
All’inizio è stata dura, pensavo di aver sbagliato perché il primo incarico, nonostante molte valutazioni l’ho ottenuto solo dopo quattro mesi”, spiega.

Seguendo indicazioni e consigli di chi ha fatto diventare questo lavoro una ragione di vita, alla fine ha sfondato. “Mi ricordo ancora una delle prime vendite. Il cliente era in crisi perché non trovava nessuno e non sapeva più che fare. Ho individuato un acquirente e chiuso l’affare in quindici giorni. Il proprietario piangeva, è stata un’emozione fortissima”, ricorda.

I successi sono arrivati rapidamente durante le cene d’area e poi, a marzo, c’è stato il vero exploit nella classifica nazionale. “È stato un obiettivo voluto, cercato e sudato. Il segreto? Mi piace quello che faccio. Non mi pesa stare dalle 9 alle 21 a suonare i campanelli o seguire i tre ragazzi che oggi coordino. Ogni giorno è una sfida nuova, che mi dà carica e adrenalina”, aggiunge.

Intanto gli obiettivi futuri sono stati fissati: “A gennaio ho aperto a Cesano Boscone e in tre mesi abbiamo concluso tre vendite. Nel 2018 vogliamo consolidare l’attività e, nel frattempo, a Binasco lavoreremo per tornare a essere primi tra gli uffici”, conclude, pronto ad andare avanti sulla strada che l’ha consacrato. Senza dimenticare chi ha fatto tanto per lui: “Voglio ringraziare Stefano per tutto l’aiuto che ha saputo regalarmi: è il mio guru, la mia guida. Mi ha reso completo lavorativamente, con la parola giusta al momento giusto e una valanga di consigli. È grazie a lui se sono arrivato fin qui”.

1 Commento - Christian Di Lernia: primo consulente d’Italia del Gruppo Tempocasa

  • manager palermo 30 October, 2018 Rispondi

    bravo sono pene di te!

Lascia un commento