Come impermeabilizzare un terrazzo che perde

 

Con l’arrivo delle piogge è possibile che si sviluppino situazioni critiche relative alle infiltrazioni di acqua nei terrazzi. Se l’infiltrazione si trova sul soffitto terrazzato, questo può provocare spiacevoli perdite in casa, con conseguenti danni ingenti.

In caso di passaggio di acqua, occorre verificare che lo strato impermeabilizzante del terrazzo sia in buone condizioni, in caso contrario andrà sostituito utilizzando uno dei manti stratificanti di cui parleremo nei paragrafi successivi.

Le diverse tipologie di manti impermeabilizzanti dei terrazzi, presuppongono lavori di manutenzione che possono interessare in alcuni casi anche gli strati sottostanti (il massetto) e le relative pendenze che permettono lo scorrimento adeguato delle piogge, evitando ristagni di acqua.

Vediamo insieme quali soluzioni possono essere più opportune.

Manti di tipo bituminoso

Questa tipologia di prodotto deriva dal petrolio ed ha bisogno di uno strato ulteriore di protezione, che deve essere garantita dal pavimento o dalla ghiaia posta più in superficie. Ha una buona resistenza meccanica e va applicata seguendo le regole inerenti alla pendenza e agli scarichi che vanno garantiti per la corretta fruizione dell’acqua piovana. La sua stesura deve essere effettuata con criterio ed in modo professionale, per non avere problemi di ritenzione idrica in alcune parti della membrana e deve essere eseguita affinché il prodotto sia di facile manutenzione nel tempo.

Manti di tipo polimerico

Questa membrana é costituita prevalentemente da PVC o polietilene ed ha una buona resistenza, oltre ad un’ottima capacità elastica che le consente di adattarsi a tutti i movimenti dati dall’assestamento dello strato inferiore. Questo manto può essere armato oppure no, cioè può essere assistito da un ulteriore strato di velo vetro, velo tessuto ecc. A seconda di questa specifica caratteristica, si può notare una differenza nella calpestabilità.

Manto autoadesivo

Queste membrane possono essere sia di tipo bituminoso sia non esserlo e la loro posa avviene a freddo: basta semplicemente collocarle con una pressione sufficiente alla loro posa. Non si necessita quindi dell’utilizzo di fiamme o di opzioni di riscaldamento ed è consigliabile utilizzarle in luoghi dove non è possibile l’utilizzo di fiamme di alcun genere.

Manto autoprotetto e ardesiato

Questo tipo di prodotto è l’unico che può rimanere esposto agli agenti atmosferici senza alcun tipo di conseguenza ed usura: gode infatti di uno strato di autoprotezione che può essere in lamiera o in alluminio, oltre che di scaglie di ardesia che ne assicurano la resistenza e la funzionalità.

Impermeabilizzazione liquida

Esistono anche prodotti sul mercato che su base liquida possono risolvere il problema relativo a falle nello strato impermeabilizzante del terrazzo: la loro intuibile applicazione è consigliata nel caso in cui tutti gli strati sottostanti risultino sani e ci siano solo piccole porzioni da riparare.

Lascia un commento



*

code