COMPRARE CASA A BOLOGNA E DINTORNI: ECCO QUALE ZONA SCEGLIERE

|
Comprare casa a Bologna e dintorni
Comprare casa a Bologna e dintorni

È la città dell’architettura, della musica e del buon cibo. È la città che ospita l’università più antica del mondo occidentale. È la città, ancora, che da sempre attrae migliaia di persone da ogni angolo del pianeta.

E diciamocelo, il motivo è abbastanza scontato: che tu sia uno studente, un turista oppure un professionista in carriera, Bologna offre quello che stai cercando.

Del resto, con il fascino delle sue costruzioni medievali e rinascimentali, i quaranta lunghissimi chilometri di portici e i tanti locali per ogni età è un intreccio tra il passato, il presente e il futuro. Soprannominata la “Dotta” proprio per il suo ateneo, e la “Grassa” per una gastronomia invidiabile, la città vanta anche il titolo di “Città creativa della Musica Unesco”, oltre a un centro storico medievale tra i più estesi e meglio conservati d’Europa.
Come se non bastasse, Bologna è conosciuta nel mondo anche per le tante aziende di fama internazionale, tra cui spiccano alcune delle case automobilistiche e motociclistiche più prestigiose: Ducati, Maserati e Lamborghini.

Ecco perché, se stai pensando a un investimento, il capoluogo emiliano potrebbe fare al caso tuo. A darci un’idea su come muoverci alla ricerca di una soluzione immobiliare è Alan Pisano, team manager di Gruppo Tempocasa in Emilia Romagna: «Negli ultimi quattordici mesi l’emergenza sanitaria non ha scalfito l’andamento del mercato nella città. Abbiamo registrato una leggera variazione solo in centro. I prezzi sono rimasti stabili. Dal punto di vista dell’offerta, è stato registrato un incremento di proposte di piccolo taglio: le persone si stanno muovendo, come nel resto d’Italia, verso spazi più ampi. Di conseguenza, è aumentata la richiesta di quadrilocali sia in centro, sia al di fuori delle mura. L’attenzione, nell’ultimo periodo, è rivolta soprattutto ai quartieri più periferici: grazie alla riqualificazione di una serie di aree, come Savena e Corticella, l’interesse degli investitori sta crescendo. Ma non finisce qui: anche nei paesi limitrofi, tra tutti San Lazzaro di Savena e Casalecchio di Reno, si sta assistendo a un’impennata di richieste, con un conseguente balzo in avanti dei valori al metro quadro», spiega.

Allora, se stai pensando di acquistare un immobile qui, ecco una rassegna dei migliori quartieri bolognesi dove cercare casa.

 

Il centro storico

Il centro storico è, a conti fatti, il cuore culturale della città. La zona è circoscritta dalle vecchie mura, diventate oggi viali di circonvallazione.

Vivere in centro significa vivere immersi tra gli edifici storici e i portici simbolo di Bologna. Non solo: non mancano gli spazi verdi e le aree pedonali, che garantiscono la giusta dose di tranquillità senza traffico e smog. Non mancano neppure le infrastrutture e i trasporti, che collegano l’area al resto della città.

Le case, perlopiù, risalgono agli anni Cinquanta e sono molto caratteristiche. Ma, come prevedibile, piuttosto costose: nella zona pedonale d’Azeglio si tocca quota 3.700 euro al metro quadro, mentre nelle zone della Cerchia dei Mille e delle Due Torri si scende di pochissimo, arrivando a 3.600 euro al metro quadro.

 

Navile: gli ex quartieri Corticella e Bolognina

Entrambi questi quartieri sono stati oggetto, negli ultimi anni, di un corposo piano di riqualificazione.

Bolognina ha visto ridisegnata radicalmente la sua piantina. Oggi è un quartiere con una delle realtà più multietniche e meta prediletta delle famiglie, che lo scelgono per la convenienza dei prezzi e la posizione particolarmente favorevole (a due passi dal centro storico e dalla vicinissima stazione ferroviaria).

Corticella, invece, si trova a soli cinque chilometri dalle vecchie mura. Comodissima per i lavoratori grazie al vicino accesso alla tangenziale, garantisce ottimi collegamenti. Per il tempo libero poi non mancano, tra tutti, due punti di interesse: da una parte il parco di via Giardini – dove godersi un po’ di relax o svolgere attività all’aria aperta – e l’ippodromo.

Ma qual è il costo di una casa tra Bolognina e Corticella? Per entrambe le zone si parla di una cifra che oscilla tra i 2.600 e i 2.800 euro al metro quadro.

 

San Donato e San Vitale

Il quartiere San Donato è l’ideale per chiunque sia alla ricerca di una casa con budget contenuto. Conosciuto anche come la “Fiera”, o quartiere fieristico, viene in genere preferito da coloro che, per ragioni professionali, desiderano vivere nelle vicinanze del centro espositivo, come pure di negozi e ristoranti. La sua peculiarità? Il grande mercato ortofrutticolo, che offre grandi spazi e, cosa piuttosto insolita, persino terreni da coltivare. Questa particolare caratteristica lo rende appetibile sia per le famiglie, sia per le persone che non vogliono rinunciare al dinamismo del polo commerciale ma desiderano rimanere a contatto con la natura.

Anche per quanto riguarda i mezzi di trasporto è uno dei quartieri più efficienti di Bologna grazie a un eccellente servizio di autobus. Qui i prezzi sono tra i più bassi della città – si parla di 2.600 euro al metro quadro – e, vista la vicinanza al centro storico e all’università, il quartiere vive di un mercato immobiliare sempre molto frizzante e vivo.

 

Porto-Saragozza

Situato nella zona a nord ovest della città, è il quartiere più popolato della città. La zona, nella sua attuale configurazione, è nata nel 2016 e ha accorpato il quartiere Porto (costituito dall’ex Marconi e dall’ex Saffi) al quartiere Saragozza. È una zona ricca di attività commerciali e servizi, oltre che comoda per raggiungere il centro storico.

Porto-Saragozza è letteralmente punteggiato di aree verdi, dove vengono organizzati i numerosi eventi stagionali che animano il calendario cittadino. Negli ultimi anni, grazie alla Manifattura delle Arti, si è trasformato in una vera e propria cittadella della cultura.

I prezzi degli immobili? Quasi accessibili, se si pensa alla vicinanza con le principali zone attrattive della città: parliamo di 3.200 euro al metro quadro.

 

Toscana-Savena

Toscana-Savena è un’area molto verde, fresca e ricca di servizi e scuole (ben tredici).

Si trova al lato del fiume Savena, le cui sponde sono state recentemente bonificate e trasformate in un bellissimo parco. Tra le sue vie non mancano neppure piste ciclabili e pedonali ben illuminate. Il quartiere si sviluppa in una posizione strategica: non troppo distante dal cuore della città, da qui si può raggiungere il centro storico in pochi minuti di macchina o grazie alla metropolitana. Inoltre, è prossimo alla tangenziale e quindi è ideale per chi si sposta molto in auto.

Gli appartamenti e le soluzioni indipendenti sono in genere molto luminosi e spaziosi. Prendere casa a Toscana-Savena è la scelta più frequente tra le famiglie con bambini e animali domestici. Il valore di un immobile è intorno ai 2.700 euro al metro quadro.

 

Rione Mazzini-Murri

A ridosso del centro storico, si sviluppa verso la periferia sud-orientale della città. Viene considerata una zona benestante ed elegante di Bologna. Chi decide di comprare casa in questo quartiere trova ogni tipo di servizio, a cui si affiancano le efficienti linee degli autobus e il tratto della metropolitana suburbana.

Ma non finisce qui. In zona gli edifici di piccole e medie dimensioni si alternano alle numerose aree verdi. La tranquillità è garantita a 360 gradi, nonostante la vicinanza al centro. Qui il prezzo per un immobile si attesta sui 2.800 euro al metro quadro.

 

Santo Stefano e i colli bolognesi

Santo Stefano è il quartiere benestante, con uno stile di vita medio-alto, per definizione. Questa zona è nata dalla fusione di una parte del quartiere di Murri con Colli e Galvani e racchiude anche parte dei colli bolognesi. È considerata l’area dello shopping di lusso: non a caso, è la zona da sempre prediletta dall’alta borghesia bolognese. Nel quartiere Santo Stefano sorgono, infatti, numerose ville in stile Liberty e immobili di prestigio.

I famosi colli bolognesi sono, per antonomasia, la zona più protetta dal frastuono della città. Anche se, in realtà, in pochi minuti di auto si possono raggiungere le mura esterne del centro storico. Le case sono per lo più ville spaziose ed eleganti, con ampi giardini che permettono – durante la bella stagione – di godersi lo spazio esterno e il panorama mozzafiato.

I prezzi degli immobili variano molto: si parte da 3.100 euro al metro quadro per arrivare fino ai 4.200 euro.

 

San Lazzaro di Savena e Casalecchio di Reno

Posizionato alle porte di Bologna, San Lazzaro di Savena ha tutti i servizi a portata di mano, a cui si aggiungono l’elevata efficienza dei trasporti, spazi verdi e uno dei parchi più grandi della zona, il Parco dei Gessi e dei Calanchi. Il prezzo degli immobili? Circa 2.900 euro al metro quadro.

A Casalecchio di Reno la tranquillità è di casa, immerso com’è tra il verde dei colli bolognesi. Adatto alle famiglie, viene spesso scelto dai lavoratori grazie alla comodità dei servizi. Da non dimenticare che qui si trova anche l’Unipol Arena, sede di eventi sportivi e concerti. I prezzi delle case non si discostano molto da quelli del capoluogo: si parla di circa 2.600 euro al metro quadro.

 

 

 


Intervista a:

Alan Pisano
Team manager di Gruppo Tempocasa
In Tempocasa dal 1999, è attualmente alla guida dell’Area Performance – accanto a Gallucci – e dell’area A-Team del gruppo.