Daniele Palemo: Uomo dell’anno 2017 e primo global manager

 

Il capitano dell’area più grande d’Italia ha agguantato i due riconoscimenti più importanti: “la perseveranza e la lungimiranza ti portano a vedere il risultato a lungo termine”.
Nell’arco di ventiquattro ore è stato nominato prima global manager e poi Uomo dell’anno. Centrando in un colpo solo i due riconoscimenti più ambiti all’interno di Tempocasa.

È davvero l’uomo dei record Daniele Palermo, il capitano dell’area più numerosa d’Italia, vero protagonista della convention aziendale di giugno a Rimini. Il primo premio è stata la nomina a global manager, la carica più alta nella piramide biancoverde dopo quella dei Presidenti, arrivata durante i lavori congressuali di venerdì 16. La sera dopo, al gran galà, è stato invece incoronato Uomo dell’anno per la seconda volta, dopo esserlo già stato nel 2011.

Per capire come si arriva così in alto, bisogna conoscere la storia di Palermo. In Tempocasa i primi passi li ha mossi nel 1995, quando cercava un lavoro dopo un paio di esperienze che non lo avevano realizzato. “Mi sono detto: tento due o tre mesi e poi provo altro. Invece il primo mese ho chiuso due vendite, il secondo anche, il terzo le ho raddoppiate e dopo sei mesi ero responsabile del punto vendita di Limbiate”. Così giacca e cravatta non se l’è più tolte ed è andato avanti come un razzo: nel gennaio ’97 ha aperto la sua prima agenzia a Saronno, poi a cascata ne sono arrivate altre otto di proprietà e in poco tempo ha creato, insieme al socio Emidio Calvarese, l’ossatura di una ventina di uffici. Fino ad arrivare agli oltre sessanta punti vendita coordinati oggi. “La mia idea è sempre stata quella di non essere solo un agente immobiliare, ma di gestire una rete valorizzando e facendo crescere le persone che ne fanno parte”. Inutile dire che per centrare successi così importanti l’impegno e la determinazione sono fondamentali. Ma non solo: “Serve autoconsapevolezza, sapere esattamente a che punto sei, i tuoi difetti e i tuoi pregi. All’inizio non ero così: ascoltavo poco e andavo dritto per la mia strada. Poi, dopo tante batoste e qualche schiaffo, si cambia in meglio e si impara sul campo. Perseveranza e lungimiranza sono indispensabili, ti portano a vedere il risultato a lungo termine”.

Che dire invece del riconoscimento di Uomo dell’anno e quali obiettvi fissare d’ora in avanti?
“La prima volta era una mia ambizione. La seconda me lo sono posto come traguardo. Sapevo cosa dovevo fare e l’ho fatto: sono stato presente in azienda, ho aperto molte agenzie e sono rimasto concentrato sulla mia mission. Adesso lo scopo è arrivare a ottanta negozi per il 2018 e aiutare gli altri top manager a crescere all’interno di una squadra sempre più affiatata. Tempocasa è uno strumento che permette di realizzare i tuoi sogni. È un gruppo positivo ed entusiasta, credo nelle persone che ci lavorano”, spiega.

Per finire non mancano tre consigli per chi sceglie di intraprendere questa strada:

  • Prima di tutto prendete il patentino di agente immobiliare, è uno strumento fondamentale per chi vuole fare questo mestiere.
  • In secondo luogo mettete già per iscritto il vostro punto di partenza e quello di arrivo, dovete avere chiaro in testa quello che volete fare.
  • Terzo, andate avanti senza remore e senza farvi distrarre dalle “sirene”. I momenti difficili ci saranno, le alternative però sono due: o ti piangi addosso o vuoi fare di più. Avete avuto la fortuna di capitare in una società come la nostra in un momento storico come quello attuale. Imparate ad essere protagonisti!“.

1 Commento - Daniele Palemo: Uomo dell’anno 2017 e primo global manager

  • giuseppe 8 November, 2017 Rispondi

    ma fatemi il piacere a pagliacci

Lascia un commento