Nonni, come cambia la casa con l’arrivo del primo nipotino

|
festa dei nonni

L’arrivo di un bimbo è il lieto evento per eccellenza .Quello che mette tutti d’accordo sul fronte della tenerezza, delle premure e dell’amore nei confronti del nuovo nato. 

Allo stesso tempo, però, per i neo-genitori comporta anche grandi (e bellissime) rivoluzioni: la casa subisce cambiamenti repentini, il tempo sembra volatilizzarsi nel nulla e l’SOS ad amici e parenti non tarda ad essere lanciato. A rispondere all’appello? Ci pensano quasi sempre i nonni, che negli anni hanno acquisito una centralità sempre maggiore nelle famiglie italiane, fino ad assumere i connotati di genitori-bis, disponibili a badare ai più piccoli con calendari talvolta anche serratissimi. 

Per accendere i riflettori su questi eroi della famiglia, dal 2005 in Italia è stata introdotta una festa ufficiale dedicata a loro, da celebrare – si badi bene – rigorosamente in presenza dei nipotini. Sì, perché i nonni se lo meritano davvero. Senza mai lamentarsi del tempo che gli viene sottratto, si vedono ridurre anche gli spazi vitali, poiché un bimbo – va detto – colonizza intere aree della casa. E non c’è nonno che non si rimbocchi le maniche per mettere in sicurezza e ridefinire gli ambienti in base alle esigenze di quella piccola creatura che, tra l’altro, cresce alla velocità della luce e diversifica i bisogni arrivando, spesso, a pre(te)ndere l’intero appartamento a sua disposizione.

Le linee guida da seguire sono poche, ma necessarie – copri-prese di corrente, paracolpi sugli eventuali spigoli, tappeti il più grandi possibile, allestimento di un corner con fasciatoio e baby farmacia, sostituzione del normale letto con culla (o lettino con sponde, a seconda dell’età) – il resto è pura fantasia. Ci sono nonni che smantellano la stanza dei propri figli – magari mai toccata per anni – e procedono all’allestimento ex-novo di una cameretta, con tanto di tinte pastello alle pareti e armadietti a misura di neonato. Altri si limitano ad adattare a cameretta uno spazio pre-esistente, riempiendolo di peluche e giochi in plastica per ovviare alla mancanza di un arredamento ad hoc. 

Ma che sia invasiva o moderata, la trasformazione è d’obbligo. Perché per i loro nipotini, i nonni sono davvero disposti a tutto! E allora oggi più che mai vogliamo ringraziare le colonne portanti delle famiglie italiane e augurare a tutti loro: Buona Festa dei Nonni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *