Determinazione, costanza e talento: il migliore consulente d’Italia si racconta

|
Intervista a Stivi Rrasi
Intervista a Stivi Rrasi

Se parliamo di talento, nove volte su dieci il primo ambito a cui pensiamo è lo sport. E il talento, altrettanto spesso, lo associamo a un giovanissimo che – fin da bambino – ottiene risultati pazzeschi. Eppure non è tutto qui. Anzi. Anche, e forse dovremmo dire soprattutto, nel mondo del lavoro di cosiddetti talenti ce ne sono davvero tanti. E per ogni azienda è fondamentale averne almeno uno tra le sue fila.

Nel mondo Tempocasa abbiamo la fortuna di averne tanti, tantissimi, di questi talenti. Ognuno di loro, per la propria parte, ci ha aiutato, ci aiuta e ci aiuterà nello sviluppo e nella crescita della rete. Ma allora ci viene spontaneo domandarci: cosa fa la differenza tra un professionista “nella media” e un collega che sa brillare tra migliaia? La risposta ce l’ha data una delle nostre stelle: Stivi Rrasi, migliore consulente d’Italia 2020 e neo titolare dell’agenzia biancoverde di Brescia – Nord.

Per conoscerlo, partiamo dal principio. Classe 1995, è nato in Albania. «Sono arrivato in Italia nel 2001, a sei anni, insieme a mia mamma e le mie due sorelle. Ci siamo trasferiti perché in Albania non c’erano possibilità concrete per una vita serena e soddisfacente. Dopo aver terminato gli studi, nel 2017 ho incontrato per la prima volta il nome di Tempocasa. Ho cominciato subito a lavorare nell’ufficio di Novara, la città che a conti fatti mi ha adottato. Nel giro di pochissimo tempo ho ottenuto i primi risultati e mi sono reso conto di come la nostra azienda punti alla crescita dei suoi collaboratori, investendo nel valore e nelle capacità di ognuno di noi».

Il suo talento, Stivi, l’ha dimostrato in fretta. Tanto che, tre anni più tardi, è stato proclamato il consulente più forte dell’intera rete e ha alzato la targa al cielo in occasione del Congresso aziendale del 2020. Non solo: nello stesso anno ha anche tagliato il nastro del suo primo punto vendita, nel cuore di Brescia. «Il titolo di migliore consulente è stato il coronamento di un anno per me incredibile, durante cui ho ottenuto almeno un riconoscimento a ogni bimestre. Questo premio mi ha dato l’opportunità di aprire l’agenzia di Brescia. Un nuovo ed entusiasmante progetto, che mi ha fatto lasciare Novara ma che mi permette e mi permetterà di coltivare il mio talento ripartendo da zero, in una zona nuova e in un mercato in cui non ho mai lavorato», racconta.

A questo punto viene spontaneo chiederglielo: cosa significa avere talento? «Penso che ognuno di noi ne abbia uno dentro di sé. Tutti nasciamo con una “vocazione” spiccata per qualcosa. La verità è che solo pochi cercano di capire quale sia questa attitudine e si impegnano a coltivarla. Per me essere una persona di talento significa riconoscere qual è la propria capacità, acquisire competenze e conoscenze specifiche per svilupparla al meglio e, allo stesso tempo, vivere sempre con curiosità e passione per continuare a imparare ogni giorno qualcosa di nuovo».

All’interno del mondo Tempocasa come si coltiva il proprio talento? «Sicuramente il primo consiglio che voglio dare è quello di ascoltare le persone che, in azienda, hanno avuto successo e ti possono dare le indicazioni giuste per sfruttare al meglio il tuo potenziale. Quando ho iniziato a lavorare qui la prima cosa che ho fatto è stata ascoltare chi aveva più esperienza di me e, un passo per volta, ho imparato. Con determinazione ho voluto trasformare le difficoltà che ho incontrato sulla mia strada nei miei punti di forza. Ho visto l’opportunità che mi ha dato Gruppo Tempocasa come un’occasione imperdibile e ho iniziato a dare il mio contributo. Inoltre, lavorare in un ambiente giovane e dinamico ti aiuta a uscire dalla tua zona di comfort e accettare sempre nuove sfide. Quindi dico a ognuno di voi: trovate la vostra strada e seguitela, anche se doveste andare controcorrente».

 

Lavora con noi - Hr tempocasa