La casa “Star Trek” a Leicester, vivere a bordo di un’astronave

 

“Spazio: ultima frontiera. Questi sono i viaggi della nave stellare Enterprise. La sua missione è quella di esplorare strani nuovi mondi alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà per arrivare coraggiosamente là dove nessuno è mai giunto prima!”. Con questa frase del tenente Spock s’iniziava già a fantasticare sulla nuova avventura che avrebbe intrapreso la flotta stellare nell’episodio successivo. E così la casa, espressione del gusto personale dell’individuo, diventa anche la realizzazione di sogni custoditi nel cuore per una vita intera. Proprio come ha fatto Line Rainville, originaria del Quebec, trasformando il suo seminterrato nell’astronave dell’Enterprise.

Un sogno coltivato per 40 anni

Line Rainville fin dall’età di 9 anni non mai aveva perso un episodio della serie televisiva Star Trek, che dal 1966 aveva dato origine a svariate stagioni fino ad arrivare ai recenti film del 2017. Affascinata dall’esplorazione del cosmo alla ricerca di nuovi mondi e civiltà, per una vita ha continuato a seguire le vicissitudini dell’astronave ed essere una fan dell’Uss Enterprise. A 51 anni, Line Rainville ha così deciso di trasformare il suo seminterrato nell’abitacolo spaziale che l’aveva fatta tanto sognare mentre guardava gli episodi insieme al padre.

Una ristrutturazione costosa

Line Rainville per ricreare in modo fedele l’ambientazione dei suoi ricordi d’infanzia ha speso solo nell’arredo ben 30.000 dollari. Ogni stanza è la riproduzione perfetta degli spazi all’interno dell’Enterprise, dalla sala del teletrasporto, a quella ricreativa o di comando. Grazie all’aiuto di un designer, che tra l’altro non aveva mai visto la serie, ha realizzato mobili e organizzato gli interni, ma la cura dei dettagli è tutta di Line.
La minuziosa ricerca di tessuti, pulsanti, vernici che fossero il più vicino possibile all’originale era diventata un’ossessione per la canadese. Per raggiungere il risultato sperato Line Rainville ha impiegato quasi un anno.

Design tra realtà e finzione

Il salotto, di forma circolare, riproduce la sala di comando, e oltre alla centrale poltrona del capitano Kirk, che Line adorava, ci sono le sedute dei vari tenenti e sottotenenti. Lungo le pareti sono installati degli schermi con le rotte stellari e una miriade di pulsanti colorati. In alto una finestra ovale si affaccia sull’universo da esplorare. Il rosso e il nero sono i colori che prevalgono come nella serie televisiva. In un’altra stanza si trova la sala ricreativa, dove due poltrone e un divano di pelle circondati sempre da numerosi schermi, sono posizionati davanti ad un televisore per poter guardare gli episodi di Star Trek. Si prosegue con questo stile fantascientifico nei bagni e nella cucina, ai quali si accede tramite porte sagomate e vetrate, e nei quali si trovano elettrodomestici e apparecchi iper tecnologici per abitanti del futuro. Inoltre in giro per la casa è possibile ritrovare la riproduzione ad altezza originale di Spock, il protagonista simbolo della serie. Nella maniacale ricostruzione dell’ambiente e dei dettagli si perde un po’ il contatto con la realtà, ma il lavoro è “Affascinante” per dirlo con parole del vulcaniano più amato.

Vivere dentro ad un’astronave

Sicuramente ci vuole un gran senso di adattamento e d’immaginazione per vivere all’interno di ambienti così fortemente caratterizzanti, e soprattutto bisogna essere convinti delle scelte strutturali intraprese. Ricreare spazi super tecnologici all’interno di un’atmosfera nella semioscurità, perché l’Enterprise viaggiava in lungo e in largo l’universo, richiede una grossa motivazione. Quello di Line Rainville è un sogno forse un po’ al limite, ma è vero che la casa deve rappresentarci e deve essere il posto dove possiamo esprimere senza filtri noi stessi. Così come quando siamo alla ricerca di una nuova abitazione, affidarsi a persone competenti che sappiano interpretare le nostre esigenze e gusti può evitarci di fare un acquisto affrettato. Infine ben venga se per realizzare un sogno bisogna buttare giù muri e dipingere pareti, magari fosse sempre così semplice!

fonte: https://www.cbc.ca/news/canada/montreal/star-trek-fan-quebec-1.3672458


Lascia un commento



*

code