Mutui in crescita a settembre 2018

 

Le richieste di mutui sono in crescita

Gli italiani hanno iniziato a chiedere nuovi mutui e surroghe, questo conferma che il settore e le famiglie sono in ripresa, raggiungendo a settembre un aumento del 5,8% rispetto allo stesso mese dell’anno passato. Mediamente l’importo richiesto dalla popolazione italiana si aggira intorno a 130.000 euro, mostrando un aumento del 3,1% confrontandolo con lo stesso mese dell’anno precedente. Questo conferma la ripresa che sta subendo il settore negli ultimi tre mesi dell’anno, rispetto ai 6 mesi precedenti senza sostanziali cambiamenti al riguardo.
La rivelazione del Barometro Crif controlla ogni anno l’andamento dei mutui e delle surroghe prese dagli italiani, si basa sulle istruttorie formali che ci sono state nel mese precedente, quindi non solo effettuando preventivi online o richiedendo informazioni a organi competenti. Come spiega il Direttore Esecutivo di Crif, Simone Capecchi, la situazione presente mostra un rialzo, specialmente a settembre che le richieste per i nuovi mutui sono aumentate e sono in forte calo le surroghe. Questa positività viene riflessa anche sulla quantità di denaro richiesta in media e i piani richiesti per ripagare questi mutui.

Mutui aumentati e cifre richieste più alte

Rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, le famiglie italiane che hanno richiesto un mutuo presso gli istituti di credito o le banche, per ripagare la casa, sono cresciute del 5,8%. Ma non solo questo, infatti emerge un altro dato significativo, cioè che l’importo richiesto in media dagli italiani è arrivato a raggiungere quasi i 130.000 euro, raggiungendo un tasso di crescita del 3,1% rispetto allo stesso mese nel 2017.
Attualmente i prezzi del mercato immobiliare sono fermi da parecchi mesi, infatti la richiesta media per l’acquisto di una casa si aggira intorno agli importi fra i 100.000 euro e i 150.000 euro, solamente la minima parte di questi, cioè solo un quarto, supera la richiesta di 150.000 euro.

15 anni sono necessari per ripagare un mutuo

Gli italiani preferiscono ripagare il mutuo richiesto con pagamenti a lungo termine, infatti oltre il 70% delle richieste ha bisogno di più di 15 anni per essere estinto, questo dato è in forte crescita e rispetto a settembre dell’anno precedente ha riscontrato un aumento del 2,3%.
Sono stati ridotti invece, praticamente dimezzati, quelli che hanno una durata ridotta e cioè al di sotto dei 5 anni e che in genere si riferiscono ai mutui di sostituzione (per mutuo di sostituzione si intende quel mutuo che permette di cambiare la quota mensile da pagare per il suo rimborso, in base all’andamento dei tassi generali sul mercato).

Gli under 34 fanno più richieste per un mutuo

È stato registrato che gli under 34 hanno aumentato le loro richieste di mutui per una quota pari al 34,5% in più. Le persone con età compresa tra 35 e 44 anni sono sempre di un numero maggiore rispetto agli under 34, anche se registrano un piccolo calo rispetto allo stesso mese del 2017 è cioè meno di 0,7%.
I più giovani invece, secondo i dati, sembra che richiedano più mutui rispetto al passato, anche se rappresentano solo il 27,4% del totale, sembra che le persone con un’età compresa tra 25 e 34 anni che hanno deciso di acquistare una casa sono salite dello 0,5% rispetto all’anno precedente.

Lascia un commento