Nel Lazio le compravendite sono in crescita

 

Se il mercato immobiliare in Italia è cresciuto a cavallo tra il 2016 e il 2017, nel Lazio il settore non è stato da meno.
Il cuore del Bel Paese è infatti stato protagonista di una buona crescita nell’ambito immobiliare e le agenzie Tempocasa sul territorio, ventuno in totale, hanno seguito passo dopo passo l’andamento della regione. A tracciare un bilancio complessivo dell’ultimo biennio, che porta con sé un’inevitabile previsione positiva per il 2018, è il top manager Paolo Ciaffi, che coordina la rete biancoverde con casa nella Capitale ma non solo.

“Tra il 2015 e il 2017 nel Lazio si è registrato un incremento del numero di compravendite del 22,2%. I dati del 2017 hanno segnalato negli ultimi mesi una discesa del prezzo medio del 6-8% e una crescita dei volumi intorno al 4%“, spiega. Sempre nel Lazio, in particolare nella città di Roma, i tagli più venduti sono stati i trilocali.

“Tendenzialmente il calo più significativo dei prezzi si può avere su immobili non particolarmente lussuosi. Per quelli che risultano essere di maggior pregio, tenendo in considerazione la zona in cui sono ubicati, il calo è inferiore. C’è quindi una maggiore disponibilità a spendere di più laddove si trova una casa ritenuta più adeguata alle proprie esigenze, anche in termini estetici.

Nelle periferie romane, dove il fenomeno dell’abusivismo immobiliare è diffuso, questa tendenza ha un impatto maggiore”, aggiunge. Nonostante la crisi economica che ha colpito tante piccole aziende abbia creato difficoltà di accesso al credito per i rispettivi dipendenti, il mutuo medio richiesto è in linea con quello nazionale, ossia intorno ai 120.000 euro.

Infine, nella Città eterna, non si può non sottolineare una ripresa delle compravendite e una riduzione delle tempistiche di formalizzazione dei contratti nello spicchio del residenziale, segmento che mostra in particolare una buona dinamicità sul fronte delle transazioni.

Lascia un commento