Premiazioni 2020: Tempocasa celebra i suoi talenti

|
Premiazioni Tempocasa 2020

Il 2020 si sta dimostrando un anno fuori da ogni schema “tradizionale”. E le premiazioni del mondo Tempocasa non potevano che seguire questa logica. Anche se la voglia di celebrare i successi più importanti del 2019 non è venuta meno, inevitabilmente il momento più atteso dell’anno ha dovuto subire delle modifiche sostanziali, lontane dal format che ogni anno riunisce la rete al completo.

Le emozioni non sono comunque mancate. Anzi, forse proprio per la particolarità di questi ultimi mesi si sono ancora più amplificate. Lo sa bene Stivi Rrasi, il consulente più forte di tutta Italia. Il gioiello di Novara ha macinato numeri incredibili, che gli hanno permesso di conquistare la vetta di una delle due classifiche più attese. «Per me questo premio è particolare perché ieri era il compleanno di mio papà, che mi guarda da lassù. Oggi sarebbe orgoglioso di me. Dedico questa targa alle mie sorelle, alla mia famiglia, alla mia compagna, a tutta la mia squadra. Grazie a Tempocasa perché mi ha cambiato la vita e sta continuando a farlo anche ora», ha commentato emozionato dell’incredibile risultato.
E lo sanno bene anche i ragazzi di Milano-Città Studi/Pacini, che per la seconda volta in tre anni sono saliti sul tetto d’Italia, conquistando il titolo di migliore ufficio 2019. A commentare la vittoria il titolare, e project manager junior, Antonio Siciliano: «Non me l’aspettavo considerato il lavoro che sta facendo quotidianamente Binasco – secondo classificato – Ci ispiriamo a loro ogni giorno quindi grazie davvero. E poi grazie alla mia squadra, davvero speciale. Ognuno di noi ha sudato questo traguardo e se l’è meritato. Ringrazio i miei soci Valerio Vacca e Cristian Fochesato, i miei mentori, e tutti i servizi del Gruppo. Nel 2019 Alberto Mazzotti – consulente dell’ufficio scomparso a luglio 2019, ndr – era ancora con noi e ha contribuito con una vendita: sono sicuro che questa targa ce l’abbia fatta vincere lui».

Non sono mancate neppure le nomine: Umberto Cuonzo è stato insignito del ruolo di executive manager, mentre Mario Magnani – già direttore della scuola di formazione Beautifulminds – è diventato ufficialmente direttore della formazione Italia per la rete biancoverde. Sempre sul fronte della formazione, per BM l’executive manager (e direttore della comunicazione e marketing) Valerio Vacca è stato eletto manager mind e il project manager junior Thomas Bizzo migliore coach. Pietro Pittello, invece, ha vinto come migliore relatore Tempocollege (il dipartimento di formazione interno).

Rimanendo in tema premiazioni, il migliore project manager senior è stato Cristian Mola, il migliore project manager junior Andrea Russo e il pluri affiliato più meritevole Alessandro Suglia. Infine, la targa di migliore sviluppatore se l’è guadagnata il team manager Ivan Mola, grazie all’apertura di sette nuovi punti vendita all’interno della sua area (in Emilia Romagna).

Passando al mondo Più Mutui Casa, il K2 più forte è stato Alex Berselli, il financial point più performante quello di Novara. E l’Uomo Pmc 2020 (per la prima volta in assoluto) l’area manager e co-direttore della Pmc Academy Filippo Barlocco.
La ciliegina sulla torta? Come sempre, la proclamazione dell’Uomo dell’anno 2020, il riconoscimento più importante e sognato tra le fila del Gruppo. Questa volta ad aggiudicarselo è stato Marco Uboldi, team manager di Emilia Romagna, Marche e Lazio, fondatore dell’associazione benefica “Un sogno per tutti”, trascinatore e colonna portante dell’intero mondo Tempocasa. «Una persona straordinaria così come deve essere l’Uomo Tempocasa per eccellenza. L’Uomo dell’anno è colui che non si ferma mai, sacrifica i suoi giorni per l’azienda perché non la vive come un’azienda ma come una famiglia. Marco è stato tutto questo e molto di più», l’ha presentato il presidente Daniele Palermo. «Sono abituato a parlare, ma oggi forse è il momento più difficile per trovare le parole giuste. Sono una persona molto fortunata perché 21 anni fa sono entrato in questa meravigliosa azienda. Tempocasa mi ha cambiato la vita, ho incontrato persone straordinarie come Andrea Zaghi, Thomas Bizzo, Max Cifarelli. In questi 21 anni uno dei sentimenti principali che ho provato è stata l’insicurezza: ogni volta che ti viene posta una nuova sfida non sei pronto e devi convivere con l’insicurezza. Ma bisogna ricordarsi che ognuno di noi può fare cose incredibili se crede nel proprio potenziale. Grazie ai soci fondatori, che da tanto hanno fiducia in me, e a Daniele Palermo, il mio maestro. Ringrazio Elena Delsignore, la mia compagna: se non fosse per lei oggi non sarei qui. Questo non era il mio obiettivo, ma il meraviglioso risultato di qualcosa che ogni giorno faccio con grande naturalezza. Lavoro ogni giorno con passione per restituire la fortuna che ho a lavorare qui», ha commentato lui, commosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *