Quali sono i servizi più richiesti dagli italiani per risparmiare?

 

Contenere i consumi, si sa, è un’esigenza di molte famiglie: energia, luce o gas, riuscire ad ottenere il meglio dai servizi senza spendere una fortuna è oggi uno dei punti maggiormente discussi nel nucleo familiare. Grazie alle nuove tecnologie, a favore anche dell’ambiente, molti italiani hanno deciso di fare degli investimenti che permetteranno di contenere i costi nel lungo termine. Qui di seguito vogliamo presentarvi i 5 servizi più richiesti, per i quali sono stati registrati il maggior numero di preventivi negli ultimi anni.

Infissi

Al primo posto si collocano gli infissi, ed in particolare quelli altamente isolanti, che non facciano quindi passare l’aria esterna, per un miglior mantenimento della temperatura ideale all’interno. In questo modo si potrà quindi evitare di accendere condizionatori e riscaldamento, o per lo meno usarli in maniera ridotta. I preventivi richiesti vanno a favore degli infissi in PVC: economici e versatili, sono caratterizzati da una bassa conducibilità termica, mantenendo così il caldo d’inverno e il fresco d’estate. Il rapporto qualità-prezzo dei serramenti in PVC è ottimo, considerata anche la loro capacità isolante nei confronti dell’umidità oppure in caso di incendio, così come, se per esempio si abita al mare, contro la salsedine.

Caldaia

Il secondo servizio riguarda la caldaia. Acquistare una caldaia nuova significa affrontare una spesa importante, che raramente scende sotto i 2000€, tuttavia la buona notizia è che grazie all’ecobonus si può recuperare parte del denaro speso. Esso infatti prevede una detrazione fiscale pari al 65% per tutti coloro che acquistano una caldaia di classe A che prevede anche l’istallazione di valvole di termoregolazione evolute. Chi sceglierà una caldaia di classe A senza il sistema di valvole potrà usufruire di una detrazione del 50%; se la caldaia sarà invece di classe B o inferiori, non è prevista nessuna detrazione.

Domotica

Uno dei servizi più in voga negli ultimi anni riguarda la domotica. Le innovazioni e le tecnologie moderne permettono infatti di ottimizzare il comfort della propria dimora abitativa, riducendo anche i consumi. Grazie proprio all’home automation, gli utenti possono controllare tutti gli aspetti della casa direttamente da uno smartphone oppure da una centralina, a seconda delle preferenze. Accendere e spegnere la luce, regolare l’impianto di riscaldamento e di climatizzazione, gestire l’allarme, tutto ciò ora può essere controllato con un semplice click, e si traduce in netto risparmio in bolletta e in una maggiore funzionalità della casa.

Fotovoltaico

Al quarto posto troviamo invece l’impianto fotovoltaico, il quale sta vivendo una crescita esponenziale. Questo rivoluzionario sistema di moduli consente di risparmiare nettamente sull’energia che si auto-consuma e auto-produce, ovvero ogni chilowattora auto-prodotto si traduce in un chilowattora sottratto in bolletta. Questo significa che se per esempio l’utente ha un fabbisogno di 15KWh al giorno, e riesce a produrne e ad autoconsumarne altrettanti attraverso l’impianto, la sua bolletta sarà pari a zero. Compensare produzione e autoconsumo non è sempre facile, tuttavia in certi periodi dell’anno sarà possibile avvicinarsi molto a questo valore, ottenendo risparmi che si aggirano intorno al 90%. Anche qui, come per la caldaia, sono previste delle detrazioni fiscali per l’acquisto dell’impianto, che possono raggiungere il 50% e permettono così di ammortizzare l’elevata spesa iniziale.

Isolamento termico

L’ultimo servizio richiesto riguarda l’isolamento termico, che prevede l’utilizzo di pannelli o materiali sfusi all’interno delle pareti, in modo da isolare la casa dalle temperature esterne. Il costo di questo servizio è abbastanza elevato e si aggira intorno ai 50€-80€ per metro quadro, a seconda della tecnica e del materiale scelto. Va da sè che un intervento del genere in un’abitazione medio-grande prevede una spesa molto importante, tuttavia, nel lungo termine, il risparmio ottenuto in bolletta permetterà di recuperare il denaro speso inizialmente. L’isolamento termico, oltre che nelle pareti, può essere applicato ai solai e al tetto, ed anche qui sono previste delle detrazioni fiscali assai vantaggiose.

Lascia un commento