Rientro a scuola: come organizzare gli spazi in casa

|
rientro a scuola_blog
rientro a scuola_mobile-min

Le vacanze sono finite, le giornate di agosto vista mare (oppure montagna) sembrano ormai ricordi lontani e la scuola sta per iniziare. Si sa, quando ci si diverte il tempo passa veloce e ora è già arrivato il momento di preparare l’inizio del nuovo anno scolastico partendo, ovviamente, dalla camera dei tuoi figli.

Da dove iniziare?

Prima di tutto bisogna fare ordine e assicurarsi che bimbi e ragazzi abbiano grembiuli, zaini e astucci perfettamente puliti (possibilmente insegnando loro a risolvere da sé perlomeno la questione astucci).

Archiviata la prima “pratica”, è bene riorganizzare la cameretta: un cambiamento può portare entusiasmo e voglia di ripartire, favorendo una buona predisposizione d’animo al rientro sui banchi. Il primo passo consiste nel separare dal resto ciò che servirà per studiare.

Cosa significa? Semplice: giocattoli, borse, vestiti ed elementi di svago vari ed eventuali andranno riposti negli appositi contenitori, per poi organizzazione il materiale scolastico con la cosiddetta cognizione di causa. Se la scrivania è provvista di cassetti, allora sarà facile riporre al loro interno cancelleria in esubero, astucci, quaderni e scorte varie, collocando nello spazio sovrastante solo un piccolo contenitore da usare come portapenne.

Se lo spazio, al contrario, non è sufficiente, una buona idea consiste nello sfruttare qualsiasi centimetro disponibile in camera. Dunque, ben vengano cassapanche, scaffali e cassettiere.

E, perché no, non prevedere una piccola libreria a parete? In questo caso sarà più semplice disporre sui ripiani i libri che serviranno per lo studio, rendendoli più facilmente consultabili e al contempo rendendo l’ambiente più allegro e ordinato. Piccolo consiglio: utilizzate etichette per contraddistinguere le varie materie. Il segreto, insomma, è l’ordine, da ricercare e mantenere per ottimizzare lo spazio, avere tutto a portata di mano e sapere sempre dove andare a cercare le cose.

Nel caso tu non abbia un’intera parete da adibire a libreria, ben vengano le comodissime mensole: ne esistono di diversi tipi e alcune sono molto capienti e resistenti. In alternativa, potresti chiudere i libri nell’armadio: nascosti alla vista, ma comunque facilmente raggiungibili.

Ora che hai sistemato e “rinnovato” la camera è il momento di dedicarsi alle altre stanze: i tuoi figli avranno sicuramente diverse attività da svolgere nel corso della settimana e ricordarsi tutto non sarà facile. Un piccolo aiuto può essere utile: appendi in cucina una tabella con tutti gli impegni da consultare ogni giorno prima di uscire di casa.

È un metodo doppiamente utile: da una parte stimola i figli all’indipendenza, dall’altra aiuta i genitori a mantenere il controllo di tempo e impegni.

Ultimo step: sistemate e organizzate l’ingresso di casa. Per rendere meno concitato lo sprint mattutino potete predisporre in prossimità della porta un’area con gli oggetti che vi serviranno quando dovrete uscire, con tanto di appendino dove collocare cartella ed eventuale grembiule.

Bene. Le vacanze saranno anche finite, ma ora hai tutte le indicazioni utili a mettere il rientro a scuola dei tuoi figli un’esperienza al riparo dallo stress.