Gruppo Tempocasa, debutta la direzione Risorse umane

 

È partita a gonfie vele, e sta già raccogliendo ottimi risultati, la direzione Risorse umane del Gruppo Tempocasa. Una realtà nata lo scorso novembre e capitanata dall’executive manager Valerio Vacca, che nel lavoro quotidiano si avvale della collaborazione diretta di Francesca Ravasi e altri sette professionisti. In poco più di sei mesi si è passati da un’idea sulla carta a un dipartimento in carne e ossa, che oggi conta otto figure operative sul territorio nazionale e un elenco di attività e progetti piuttosto corposo.

La Mission della direzione Risorse umane del Gruppo Tempocasa

Una realtà nata in concomitanza con il lancio dell’obiettivo aziendale per il 2022: 500 agenzie sul suolo italiano. Come si collega una mission globale al mondo dell’Hr lo illustra direttamente Vacca: “Se vogliamo raggiungere una quota così importante di punti vendita, la nostra sfida più grande è dare continuità alle performance dei punti vendita stessi. In altre parole, dobbiamo selezionare personale che si formi e rimanga, abbassando la quota di turnover dei consulenti. Non possiamo continuare a lasciare questo tipo di attività in capo ai titolari delle agenzie, che devono piuttosto concentrarsi sul loro core business, ossia l’intermediazione immobiliare. Sovraccaricarli di incombenze relative alla selezione e alla gestione del personale, ai corsi di formazione, alla burocrazia rischia di essere controproducente per ogni attore in campo”.

Pensare alla creazione di un dipartimento studiato su misura, che metta a disposizione collaboratori con una professionalità specifica, è stata la naturale conseguenza. La programmazione è arrivata a ruota e ora otto aree hanno un referente risorse umane, mentre le altre lo avranno nel giro di poco tempo. “Il focus, al momento, è su colloqui e inserimento, ma questo è solo il primo step. A seguire vogliamo strutturarci per monitorare il rendimento degli agenti, tramite one to one, ed essere sempre a disposizione come strumento di supporto per gli affiliati, offrendo uno sguardo distaccato sull’operato di chi lavora negli uffici”, prosegue.

I compiti della direzione

I compiti che la direzione si è presa in carico sono numerosi: ogni referente partecipa alle riunioni d’ufficio e fornisce un feedback costante ai titolari, ma non solo. “Abbiamo definito un piano di carriera comune per la rete e ci stiamo concentrando sull’allineamento dell’offerta per ogni piazza. Siamo stati il primo franchising italiano a firmare una convenzione a livello nazionale con Indeed per la selezione del personale e siamo stati ospitati nella loro sede a Dublino per un evento totalmente dedicato a noi. Abbiamo ottenuto una serie di benefit dedicati ai consulenti, tra cui un pacchetto health care, e ne stiamo programmando altri. Abbiamo preso contatti con i centri per l’impiego per promuovere le nostre offerte lavorative, abbiamo attivato stage formativi in collaborazione con alcuni istituti scolastici e stiamo per lanciare una massiccia campagna social di ricerca lavoro”, elenca. E ancora, è stato organizzato “Tempocasa on boarding“, la prima formazione rivolta ai nuovi entrati insieme ai relatori Tempocollege. In questo caso a febbraio i partecipanti sono stati trentadue, ad aprile più di una ventina. Infine sono state stilate le linee guida per la contrattualizzazione dei consulenti.

I primi risultati

Cos’è stato raccolto dopo aver seminato tanto? “Da novembre a metà aprile abbiamo fissato 395 colloqui e totalizzato 72 inserimenti. Ci siamo mossi per facilitare l’aumento dei patentini nel Gruppo e abbiamo incrementato l’aspetto di valorizzazione del personale, occupandoci per esempio delle lettere di benvenuto alle new entry o di quelle per celebrare i passaggi di carriera. Di strada da fare ce n’è ancora tanta, ma siamo sicuri di essere su quella giusta”.

Lascia un commento



*

code