Una pioggia di Oscar e record alla convention

 

Alla convention non sono mancate le medaglie per i protagonisti di un anno da guinnes dei primati.
È stata un’edizione della Convention costellata di successi, sorprese e tantissimi premi quella dei primi trent’anni di Tempocasa. Insieme alle medaglie di rito, da spartire tra uffici e consulenti, non sono mancate altrettante targhe per quelle figure che, nel corso del 2017, hanno saputo distinguersi all’interno dell’azienda per i più diversi meriti.

L’incoronazione di questi vincitori speciali è andata in scena durante il pomeriggio di sabato 24 marzo, intervallata da discorsi, applausi, musica e tanto divertimento. Il primo a essere acclamato è stato Andrea De Giuseppe, top manager fresco di nomina: è stata tutta sua la coppa di relatore dell’anno della scuola di formazione Tempocollege, tra l’entusiasmo degli altri compagni e dei due codirettori del servizio, Massimiliano Cifarelli e Alessandro Anedda. Sempre nell’ambito della formazione è stato chiamato il top manager Alan Pisano, scelto sì come migliore coach ma in questo caso di Beautifulminds, l’altro colosso del settore.

A quel punto i riflettori si sono accesi con i colori della solidarietà. Sul palco è arrivato il top manager emiliano Marco Uboldi, a cui è stata regalata una targa di ringraziamento per la chiusura del progetto “Tempocasa for Uganda”: grazie al suo impegno e a quello dell’intera rete sono stati infatti raccolti (in tempi brevissimi) i 100.000 euro necessari per la costruzione di una scuola nel villaggio africano di Rushere.

La beneficenza ha poi lasciato il passo ai record. Sul fronte uffici Binasco si è messo in tasca il primato degli erogati in un anno, Bologna – Borgo Panigale quello degli erogati in un mese, Novara quello delle notizie in trenta giorni (354) e degli incarichi nello stesso arco di tempo(53). Sempre Binasco ha siglato 24 vendite in quattro settimane e Rivoli ha fissato addirittura 102 appuntamenti in un sabato.

I record dei consulenti, d’altra parte, hanno visto trionfare Alessandro Arotto con 123 notizie in un mese da Torino – Barriera/Largo Sempione, Mattia Broggio da Novara con 39 valutazioni nello stesso periodo e Jacopo Giusti, da San Pietro in Casale, con 22 incarichi in una mensilità. Per chiudere il cerchio da citare ci sono William Marrocu, da Collegno – Santa Maria, che ha totalizzato 23 gestioni sempre in trenta giorni, e Umberto Trione, da Rivarolo Canavese, che si è messo in tasca il massimo dei punti mensili.

Da ultimo non sono mancati gli Oscar bianco- verdi. Le statuette dorate, come nella famosa cerimonia originale americana, sono state consegnate a quelle realtà che hanno brillato più delle altre. A vincere per il maggior numero di incarichi nel 2017 è stato il punto vendita di Varese, guidato da Erik Zerbato e Daniela Colombo. L’ufficio rivelazione, che ha stupito per la capacità di imporsi sul mercato, è stato Novara con il titolare Lucas Scuderi.

Infine il miglior sviluppatore in assoluto è stato il top manager piemontese Antonino Buzzetta, che si è distinto per aver aperto la bellezza di cinque agenzie in soli dodici mesi.

Lascia un commento