Vivere dentro una conchiglia, la casa Nautilus a Città del Messico

 

Nel cuore pulsante della capitale messicana si nasconde una casa insolita. A prima vista si potrebbe pensare a una creatura dei mari, ma in realtà sotto la forma di una conchiglia gigante si nasconde una “comune” abitazione. Ecco tutti i segreti e le curiosità sulla casa Nautilus a Città del Messico.

L’architettura e le caratteristiche della casa Nautilus

Questa particolare abitazione riproduce esternamente una conchiglia Nautilus, una delle poche conchiglie che sopravvive dall’era dei dinosauri (per questo anche chiamata “fossile vivente”) e che si può trovare facilmente nel territorio. 
Il progetto è stato affidato a Javier Senosian, architetto organico ed ecologico, quasi sconosciuto oltre i confini del continente americano, che trae ispirazione dai grandi maestri Gaudì e Frank Lloyd Wright
La casa Nautilus si ispira a forme e principi naturali, non tralasciando però la tecnologia, la storia e la tradizione del luogo. 

La casa non stupisce solo per la sua architettura esterna, ma anche per quella interna, dove si trovano giardini, pietre e vetri
Un manto d’erba guida gli abitanti di questa struttura da una stanza ad un’altra, quadi come ad indicare un percorso. 
La luce interna è un punto forte della casa, resa magica dai riflessi e dal gioco di colori creati dalle vetrate colorate. 

All’interno della casa sembra di essere in un ambiente surreale. Il concetto di angolo si svuota del suo significato e ciò che si nota sono solo curve e forme tondeggianti, ispirate ai fondali marini

Inoltre, l’architetto Javiere Senosian ha affermato che la casa è totalmente antisismica ed non richiede manutenzione: la ventilazione viene garantita da due condotti sotterranei perfettamente posizionati. In questo modo, la casa rimane perfettamente areata in tutte le stagioni, garantendo una temperatura sempre gradevole e costante.

Tutte queste caratteristiche rendono la casa Nautilus una vera e propria casa dei sogni. Ma perchè costruire una casa a forma di conchiglia? Quali sono le motivazione che spingono una famiglia e un architetto a realizzarla?

Il significato della casa Nautilus e la sostenibilità

L’idea della casa nasce dalla volonta della famiglia messicana Mayorga di abitare in una struttura più ecosostenibile e di fuggire dal caos e dalla monotonia metropolitana. Magali e Fernando Mayorga e i loro due figli Allan e Josh, stanchi di una casa tradizionale e convenzionale, hanno deciso di creare qualcosa al di fuori degli schemi, nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente. 

Ecco cos’è la casa Nautilus: un bellissimo esempio di Bio-Architettura, ovvero, di come l’architettura umana può perfettamente integrarsi e adattarsi al mondo naturale, rispettandone l’estetica e la conformazione. Non solo, la scelta di porre all’interno della casa una vegetazione così rigogliosa simboleggia l’impegno concreto in tema di sostenibilità della famiglia Mayorga e dell’architetto Senosian.

I materiali utilizzati per la costruzione della casa sono tutti ecosostenibili e sono perfettamente integrati al fattore tecnologia, espresso in questa costruzione ai suoi massimi. Grazie a sistemi all’avanguardia è stato possibile realizzare un studio dettagliato dei principi della natura. Quest’ultimo era necessario per l’architetto Senosian per integrare alla perfezione la casa con l’ambiente sul quale si andava a costruire. 

Sogno o realtà, la casa Nautilus è ad oggi uno dei più grandi esempi di bio-architettura e attira migliaia di studenti e professionisti del settore da ogni dove. 

Fonti: Daily Mail e Wikipedia

Lascia un commento



*

code